"Scrivere è sempre nascondere qualcosa in modo che venga poi scoperto."
Italo Calvino - Se una notte d'inverno un viaggiatore

.

29 dicembre 2012

Natale sclerotico



Ebbene, eccoci qui. In quel limbo non definito tra Natale e la fine dell'anno. In quei giorni strani che sono di vacanza-non-vacanza, in cui di norma si digerisce quanto mangiato durante il Natale e si va in farmacia a far scorte di Enterogermina e Citrosodina in vista del Capodanno.
Le mie feste (so che ve lo stavate chiedendo e proprio morivate dalla voglia di saperlo) sono state e saranno all'insegna della tranquillità. L'ho messo pure in corsivo, che il corsivo fa tanto tranquillità.
Ho lavorato praticamente fino all'ultimo (ieri) e sicuramente non in un clima di gioia della serie tutti intorno all'albero con la tazza di zabaione e i maglioni con le renne ricamate. Era più della serie tutti nelle trincee con la mimetica sporca del sangue nemico e il coltello tra i denti. Tipica immagine natalizia.
Il Natale l'ho passato in famiglia, pochi parenti, pochi amici, cibo buono ma non troppo, dolci pochi perché la gente è taccagna e regala solo torroni, croccanti e gianduiotti e a me fanno tutti indistintamente ribrezzo. (Insomma dico, ci sono i Lindor che fanno così tanto Natale con quella loro carta rossa, non potete metterci quelli nelle ceste?)
Comunque, dicevamo, tranquillità. Sì perché ne ho bisogno. Quindi ho deciso di passare anche il Capodanno all'insegna di questo mood. Niente feste. Niente bisbocce. Niente fuochi d'artificio. Niente Carlo Conti in diretta da Courmayeur. Le feste e i ristoranti li lascio alle mie amiche che loro son giovani e soprattutto non sono sclerotiche come me. Io ho bisogno di silenzio, calma, calore e una sana sbronza seratina in casa con Lui, un bel film alla tv possibilmente da guardare sotto al piumone, non prima di una partita a bowling con la Wii.
Vabè, a questo punto ci può stare anche la sbronza.
Comunque, vi auguro di passare un bel Capodanno. Che siate in un locale, a casa o in piazza a Courmayeur a fare il conto alla rovescia con Carlo Conti e Al Bano, vi auguro di passare una bella serata e di iniziare il nuovo anno nel migliore dei modi.

La presente nota per dichiarare espressamente che l'effetto specchio che vedete nella prima foto (mani e obiettivo della reflex riflessi nella pallina) è assolutamente voluto. Lo scrivo perché non si sa mai. Vabè che qua nessuno di cognome fa Cartier-Bresson, ma non vorrei mai che i puristi della fotografia venissero a sventolarmi in faccia il ditino. 
L'ho detto che sono sclerotica.

9 commenti:

  1. e la prima foto è la mia preferita! :)

    RispondiElimina
  2. Se vuoi tranquillità, stai attenta al modo in cui prendi la sbronza, perchè se hai intenzione di stappare lo spumante allo scoccare della mezzanotte, potrebbe crearti problemi inondando l'ambiente circostante. Te lo dico per esperienza. Poi no tranquillità. Poi diventi nera come Carlo Conti. Attenzione attenzione.
    E comunque per l'ultimo c'è un classicone da ultimo dell'anno: Gli Arristogatti! Io al Lui lo proporrei..

    Ps. La prima foto: tecnicamente scandalosa, riflessi mal composti e malamente ricercati. Spero per te sia una critica costruttiva. C'è da lavorarci su.
    Con affetto.

    Anselmo Adams.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. -.- smetla.

      Comunque Lui ha espressamente richiesto di vedere Jurassic Park domani sera. Dice che gli piacciono un sacco i velociraptor.

      :P

      Elimina
  3. Mi mancherà Carlo Conti, chi cavolo useremo per il count down finale??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Su canale 5 probabilmente c'è Barbara D'Urso.. :D

      Elimina
  4. A me la prima foto piace un sacco! :)
    Anch'io sarò a casa stasera, senza un Lui purtroppo, ma magari me lo trovo nel 2013. Sì, ogni anno dico così.

    Buon anno! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per l'apprezzamento per la foto! Spero tu abbia passato un buon capodanno e che il 2013 ti regali quello che cerchi! Buon anno anche a te! :D

      Elimina
  5. Ma ciao! che bello qui... hanno ragione tutti, che belle foto! mi unisco subito ai tuoi lettori per leggerti nuovamente.. a presto, Valeria e le donne di Cà Versa

    RispondiElimina